spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Home
Morire di diabete PDF Stampa E-mail

La vita di Giulio Cortiana è stata portata via dal diabete che si è insediata nel corpo di un bambino di tre anni. Il bambino, prima che la Morte lo visitasse, aveva già fatto due controlli in ospedale dove i medici avevano dichiarato che il figlio era disidratato a causa della febbre, dunque li hanno dato da bere acqua e zucchero.

Ritornato a casa il bambino avvertì dolori più acuti alla pancia, i genitori lo riportarono in ospedale e solo in quel momento i medici fecero esami più approfonditi e capirono che il bambino era diabetico, purtroppo Giulio morì la notte perché il sangue era troppo denso.

Nessuno potrà mai capire il dolore che in questo momento i genitori starano provando per la predita del proprio figlio, la colpa però non possiamo solo darla al diabete ma anche ai medici che non hanno fatto un esame in più e riconoscere questa patologia sin dall’inizio.

In Italia la prevalenza del diabete aumenta con l’età e raggiunge il suo picco nell’età tra i 70-75 anni, si pensi che nel 1980 i malati erano 108 milioni, nel 2014 il numero di persone diabetiche ha raggiunto i 422 milioni. In seguito sono arrivate le statistiche sulla morte dei malati di diabete, nel 2012 l’OMS ( Organizzazione Mondiale della Sanità) ha rilevato 1.5 milioni di persone morte a causa del diabete. Secondo le stime dell’OMS nel 2030 il diabete rappresenterà la 7 principale causa di morte nella popolazione generale.

È molto triste pensare che Giulio adesso appartenga alle 2 milioni di persone che sono morte a causa del diabete e che non abbia avuto neanche il tempo di combattere questa patologia. Tutta questa situazione ci  fa capire che in questo momento il vincitore è il diabete , infatti molta gente che ha paura di questa malattia e abbandona l’idea di affrontarla perché si sta già dando per sconfitta.

Io sono come voi, come Giulio, io sono diabetico però io combatto ogni giorno per continuare a fare tutte le cose che sono normali perché alla fine io sono normale e considero il diabete come un qualcosa che mi renda speciale, un qualcosa in più ed è grazie a questi pensieri che io vinco ogni giorno.

 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB