spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Home
Di diabete non si muore PDF Stampa E-mail

Alcune notizie relative alla morte di Paolo Villaggio dicono che la causa è stata una “complicanza del diabete”.

Molti si sono preoccupati perchè hanno pensato: “Allora quando ci dicono che di diabete non si muore ci mentono, lo dicono solo per farci stare tranquilli. La verità è che, invece, come è successo a Paolo Villaggio, di diabete si muore.”

Attenzione. Paolo Villaggio aveva 84 anni e forse un diabete di tipo 2, che è un diabete spesso causato da uno stile di vita squilibrato.

Non si muore di diabete.

Basta avere uno stile di vita sano, fare attività motoria e saperlo gestire. Non è una vera malattia se ci pensiamo bene.

Chi ha il diabete, semplicemente non produce insulina sufficiente.

Chi è chiaro di pelle non ha sufficiente melanina e se si mette al sole senza protezione o in alcune ore della giornata si brucia. La mancanza di melanina è un vero problema se non la si sa gestire. Può portare complicanze non banali come il melanoma.

Per il diabete la gestione è un pò più complicata ma è, in fondo, la stessa cosa.

Far pensare che possa essere una malattia e che sia mortale è semplicemente non corrispondente al vero.

Paolo Villaggio aveva 84 anni e il diabete. Che la causa della morte sia l’età? Non si muore di diabete ma, certo, si può morire con il diabete senza che ne sia la causa.

Sapete, ad un certo punto, ad una certa età, succede che si può anche morire.

 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB