spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Home
Collasso

Le diabetologie di Sassari al collasso?

Telefonando al CUP per avere un appuntamento con un diabetologo si scopre che gli appuntamenti sono chiusi e non si accettano prenotazioni.

Per chi quotidianamente affronta la gestione del diabete è una situazione insostenibile perchè è durante quelle visite che si possono avere le prescrizioni per l’insulina (farmaco salvavita) e per i presidi indispensabili per la misurazione della glicemia e per introdurre nell’organismo l’insulina.

Ci si chiede come mai possa essersi determinata una simile situazione.

Infatti la teoria portata avanti per giustificare questo gravissimo disservizio è la carenza di personale.

Se andiamo a raccogliere e analizzare alcuni dati molto banali, non in realtà lontane o con un’economia più florida, ma in Sardegna, anzi vicinissimi al confine con la provincia di Sassari, abbiamo alcune sorprese.

Parliamo di in confronto tra le situazioni di Sassari e Olbia.

E’ vero che Sassati ha il doppio degli abitanti di Olbia, ma la popolazione sassarese è meno dispersa sul territorio di quella di Olbia e mentre Sassari ha 36 professionisti dedicati alle diabetologie, Olbia ne ha 14.

Quindi mentre a Sassari abbiamo un professionista ogni 9.300 abitanti, ad Olbia ne abbiamo 1 ogni 11.500. 

La cosa interessante è che ad Olbia ogni diabetico può contare su trenta minuti di visita e colloquio con il diabetologo più il tempo che gli viene dedicato da un infermiere, a Sassari ci sono file lunghissime per i fortunati che sono riusciti ad avere un appuntamento, mentre per gli altri si chiudono le prenotazioni.

In conclusione la mancanza  di personale non giustifica questa situazione.

Non si fanno ipotesi, si attende che qualcuno si senta in dovere di spiegare questo mistero ai molti diabetici sassaresi abbandonati anche se alcune idee le abbiamo e le può avere banalmente chiunque rifletta un attimo su questi dati

 
Dedicato a una donna speciale

La sua vita non è stata una scala di cristallo, ma una ripida scala di pietra dura.

Tanti sacrifici, tanto lavoro, tante rinunce e poche, davvero poche gratificazioni.

Ha saputo donare tutta se stessa per aiutare chi era in difficoltà e nella sofferenza.

Le siamo profondamente grati per quanto ci ha dato e invochiamo su di lei abbondanti benedizioni.

Grazie Lia, sei stata una grande donna e una madre speciale!!

 
Chiuso per lutto

Chiuso per lutto

 

19-20 aprile

Le attività dell’associazione riprenderanno regolarmente il 21

 

 


 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 4 di 329
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB